Qualche giorno fa siamo stati da Fabrizio, proprietario del “salotto” di 70’S Helmets. Caschi vintage assolutamente originali. L’abbiamo intervistato presso il fuori sede di Eicma 2017 e abbiamo avuto modo di conoscere i suoi prodotti e la sua storia.

Prendete un divano, una parete piena di caschi colorati, un uomo con la passione per i caschi vecchi e ne verrà fuori un solo marchio, un solo risultato: 70’s Helmets. Non è difficile capire cosa abbia spinto Fabrizio a fare una cosa del genere. L’idea nasce da pura passione, come ci ha detto lui, per i caschi vecchi, nasce per gioco. Fabrizio ha cominciato a dipingere vecchi caschi del valore di 20.000 lire nel garage di casa quand’era ancora adolescente. Caschi open face e full face, classici, tre bottoni, per le moto custom, per le moto classiche, per le vespe. Diverse tipologie di prodotto per tutti i gusti e per tutte le esigenze e con l’idea di accontentare il più possibile le richieste del cliente.

70’s Helmets realizza quindi sia una linea più standard, con colorazioni semplici o metalflakes, i cui caschi sono destinati ai negozi di tutta Europa e realizza anche caschi personalizzati, riprendendo le stesse linee e gli stessi colori della moto del cliente, del suo serbatoio o di quella che può essere la carrozzeria stravagante del mezzo. L’elemento in comune per i prodotti col marchio 70’s è sempre uno: ogni casco viene realizzato completamente a mano, centimetro per centimetro.

Oggi il loro salotto vanta una superficie di circa 120 metri quadri al cui interno troviamo un’esposizione di circa 800 caschi tutti diversi e tutti realizzati a mano. Visitate il sito si chiama 70’s.it e potrete trovare Fabrizio e i suoi caschi al prossimo MBE 2018 e ai vari importanti eventi legati al mondo custom.