Abbiamo provato a immaginare cosa direbbe il Dottore se scrivesse una lettera a Babbo Natale.

Caro Babbo Natale, sono Valentino Rossi, il campione della MotoGp. Lo so, non ti ricordi di me perché è da un po’ che ho smesso di scriverti. Quest’anno però voglio farlo, chissà che tu non decida di accontentarmi.

Innanzitutto, proprio come tutti i bambini, voglio precisarti che sono stato buono e ho fatto tutti i “compiti”. Non so se segui la MotoGp. Bene, se la segui e se mi conosci, già sai cosa sto per chiederti, ma è meglio mettere in chiaro le cose. Ti scrivo fresco di vittoria del Rally di Monza. Questo per dimostrarti che se non corro in moto, ho comunque bisogno di indossare tuta e casco ed avere a che fare con un cronometro che mi metta fretta. Che ci vuoi fare, le corse sono la mia passione e quindi è così. In ogni caso la vittoria del Rally di Monza non è proprio la mia ambizione. E’ sempre bello vincere, lo so, non mi lamento mica. Ma il mio sport è un altro. Insomma, io sono un pilota Yamaha e corro in MotoGp. Vincere il Rally di Monza, fatte le dovute proporzioni, è un po’ come vincere per un calciatore il Trofeo Tim ad agosto.  

Quest’anno alla mia M1 sono mancate un po’ di cose, un po’ di evoluzioni e sviluppi tecnici. Io mi sento ancora forte in moto e soprattutto ancora mi diverto. Nella prima parte della stagione quest’anno non ero messo male in classifica, ma non ho potuto mai lottare davvero per la vittoria. Si, è arrivato qualche podio, ma per lottare con quelli che stanno lì davanti serve altro. Insomma per poter affrontare una stagione intera ad alti livelli serve una moto competitiva. Hai visto come va forte il mio amico Marquez? Quest’anno lo sai che con lui ci sarà anche l’altro mio “amico” Lorenzo? Sono curioso di sapere cosa accadrà quest’anno tra loro due. 

Tutti mi danno del vecchio e del bollito ma io mi sento ancora bene, forte e competitivo. Se volessi stare ad ascoltare tutti quelli che sparlano e criticano, avrei dovuto smettere da un bel po’ già.

Io non ti sto chiedendo di farmi vincere il mondiale, ma ti chiedo solo una moto a posto. Dammi una moto veloce e affidabile e al resto ci penso io. Tu mi dai la moto e io penserò al resto. 

P.S. Mi farebbe piacere se venissi a vedere qualche gara. 

Valentino