Quinta tappa del Mondiale vinta e dominata dalle Mercedes: Hamilton ottiene la sua seconda vittoria stagionale davanti al compagno di squadra Bottas.

In Spagna domina la Mercedes con una doppietta che mette paura agli avversari, soprattutto alla Ferrari. Una gara dominata dall’inizio alla fine. In due parole: senza storia. Passando dallLewis Hamilton ha vinto il GP di Spagna, quinta prova del Mondiale di F1 e ottiene il suo secondo successo stagionale, che in classifica lo proietta a +17 punti su Sebastian Vettel. A conferma di un weekend solo per Mercerdes, sul podio si è preso la seconda piazza Valtteri Bottas, mentre la Red Bull di Max Verstappen ha chiuso in terza posizione. Quarto il tedesco della Ferrari, in una gara dove è stato faticoso se non impossibile trovare il passo e gestire le gomme, soprattutto nella seconda parte della gara.

Per un attimo la gara aveva lasciato ben sperare, soprattutto quando Vettel, all’uscita dai box dopo il primo pit stop, si era messo dietro sia Verstappen che Bottas. Una manovra decisa e coraggiosa, fatta con determinazione e senza alcun rischio. Una Ferrari insomma che sembrava piuttosto veloce e arrembante, e invece alla fine le cose sono andate decisamente male.

L’unica Ferrari ad arrivare al traguardo è stata quella di Vettel dopo che Raikkonen si è ritirato al 26.mo giro causa un calo di potenza del motore. Gli uomini in rosso avevano già sostituito il motore venerdì senza alcuna penalità, ma a evidentemente i problemi sono rimasti. Per il finlandese è già il secondo zero quest’anno.

Una Ferrari in forte difficoltà, alla quale si aggiunge una strategia scellerata con un secondo pit stop al quale non sappiamo dare risposta. Una macchina tanto lenta da non riuscire a raggiungere un Verstappen in terza posizione con un’ala anteriore danneggiata. Lewis Hamilton allunga in classifica su Sebastian Vettel portandosi a 95 punti contro i 78 del ferrarista. Seguono in classifica Bottas con 58 punti, Raikkonen con 48 e Ricciardo con 47.

Vettel ci spiega il motivo delle due soste: “Le nostre gomme non duravano come gli altri e non potevamo fare la loro stessa strategia, abbiamo perso due posizioni e anche tempo al pit”. Sebastian Vettel commenta così la scelta di fermarsi una volta in più, opzione che ha fatto perdere al pilota tedesco due posizioni.”Avevamo problemi di bilanciamento – ammette Vettel – abbiamo faticato con le gomme. Forse il cambiamento ha avuto un impatto negativo su di noi maggiore rispetto agli altri. Semplicemente non avevamo il passo delle Mercedes. Hamilton era più veloce e qualcosa ci mancava. Dobbiamo migliorare”.

Il risultato è che sul podio a fine gara c’è molto argento e poco rosso, anzi, di rosso non c’è proprio nulla. Lewis Hamilton vola quindi in solitaria verso il successo numero 64 della sua carriera, il secondo di fila e il terzo in totale in Catalogna, la 41esima vittoria partendo dalla pole position. La Mercedes ha tenuto botta nei momenti di crisi, ora vince con ampio distacco.