Andrea Dovizioso è stato la grande sorpresa della stagione 2017 della Motogp, eppure il pilota Ducati non si accontenta ed è pronto a ripetersi anche nel 2018.

Andrea Dovizioso, intervistato da Radio1 Sport, ha ripercorso un po’ il campionato MotoGP 2017:

“E’ stato bello come siamo riusciti a essere lì fino alla fine. Significa che abbiamo lavorato bene, siamo riusciti ad essere competitivi tutta la stagione e ciò è difficile. Possono esserci degli exploit, magari quando la moto o il pilota vanno bene in una certa pista. Però siamo riusciti a impensierire Marquez, che in questo momento è il pilota che palesemente sta facendo la differenza. Tanta soddisfazione farlo con la Ducati dopo cinque anni di grande lavoro, con qualche difficoltà”.

Per il pilota 31enne un’annata indimenticabile, la migliore di sempre in MotoGP:

“Ci sono stati tanti bei momenti, forse Silverstone è stata la gara più bella per me perché lì non eravamo i più veloci ma abbiamo fatto tutto perfettamente. All’ultima gara in realtà il campionato era già finito, anche se la matematica lo lasciava aperto. Per noi comunque stagione strepitosa sotto vari aspetti. Abbiamo imparato tante cose, che ci porteremo avanti per il futuro. Per me soddisfazione enorme emozionare le persone, soprattutto quelle a cui voglio bene”.

Dovizioso per il 2018 è sicuro di poter ancora lottare per il titolo:

“So che è difficile vincere il campionato, ma ogni anno è a sé. Io sono ben convinto perché siamo consapevoli del lavoro fatto quest’anno. Non ho dubbi sul fatto che me la potrò giocare. Poi vincere è un’altra cosa ovviamente…”.

Infine sul livello raggiunto da lui e dalla Ducati:

“Adesso abbiamo dimostrato, anche con altri piloti, che la nostra moto ha una buona base. Ciò non basta, perché gli avversari sono forti, però con questa base buona puoi fare la differenza se lavori bene. Credo che siamo messi bene, saremo in lizza per il campionato il prossimo anno. Ci mancano delle cose, non siamo completi su tutto, ma non vedo neppure rivali a posto su tutto in questo momento. Ce la giocheremo”.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere sulla nostra pagina Facebook – NoiMotori.it