Papà Graziano ha le idee molto chiare sui vari piloti della MotoGp e ne ha per tutti. Parla di rinnovo di contratto di Valentino Rossi e sul suo futuro, si esprime sui vari campioni del futuro e su chi ha più possibilità di vincere.

Con i rinnovi di Marc Marquez e Maverick Vinales, si attende sempre più la decisione di Valentino Rossi in merito al suo futuro e nel frattempo il padre Graziano continua a rilasciare interviste e a dire quello che pensa su tutto quello che ruota intorno al pesarese. Recentemente in un’intervista fattagli da Tuttomotoriweb.com ha parlato così dei rivali del Dottore e ha dichairato: “Il più forte non è stato né Marquez, né Stoner, né Biaggi, né Lorenzo, era un ragazzo che si chiamava  PaoloTessari (suo avversario agli inizi degli anni ’90, ndr) era forte come Valentino ed erano molto amici.

Papà Graziano continua “Le gare in moto hanno sempre lo stesso carattere, i piloti sono persone che cercano il limite sulla moto, non importa se è dieci secondi più veloce o più lenta, non cambia una virgola del discorso dei piloti né della gara”. Sul futuro di Vale ha parlato dell’ipotesi ancora un po’ remota di essere team manager nella massima categoria: “Non pensa ancora al suo team in MotoGP, ma potrebbe essere un’idea per il futuro. Non so dire quando potrebbe ritirarsi, e neanche cosa farà dopo. Potrebbe dedicarsi alle gare in macchina in qualche campionato o continuare con la VR46”. Sul rapporto che c’è tra i due compagni di squadra in Yamaha, Valentino Rossi e Maverick Vinales, ha detto: “I piloti forti, quanto meno, si odiano tra loro. Il compagno è sempre quello che si detesta di più di tutti i piloti, sono nemici intimi”. Infine ha parlato degli altri piloti in pista: “Marquez è un pilota destinato a continuare i successi di Valentino, come Vinales. Lorenzo e Dovizioso invece sono arrivati al limite e Morbidelli è il pilota che può raccogliere l’eredità di Valentino, è molto vicino a lui e sta dimostrando di essere molto veloce”.