Grande festa con jet Aermacchi, Huracan Avio e Desmosedici GP.

Lamborghini, Ducati e le Frecce Tricolori assieme, per la prima volta, per celebrare non solo l’eccellenza del Made in Italy (la Pattuglia Acrobatica vola infatti a bordo dei jet Aermacchi 339 progettati e prodotti dalla divisione velivoli del Gruppo Leonardo Finmeccanica) ma anche per festeggiare le qualità e le capacità degli uomini che sono responsabili dei progetti, della costruzione, dei collaudi e dell’impiego di questi ‘gioielli’ della moderna tecnologia.

Nel corso dell’evento ‘Passioni Tricolori’ che si è svolto nella base dell’Aereonautica Militare di Rivolto, in provincia di Udine – alla presenza del Capo di stato maggiore dell’Aeronautica Militare Italiana Enzo Vecciarelli, di Stefano Domenicali presidente e AD di Automobili Lamborghini e di Claudio Domenicali AD di Ducati – gli assi della Pattuglia Acrobatica si sono incontrati con il campione della Ducati Andrea Dovizioso e l’ingegner Luigi Dall’Igna, oltre che con il pilota della Squadra Corse Lamborghini Mirko Bortolotti.

lamborghini, ducati, frecce tricolori

Una vera festa della velocità, del coraggio, della passione e della professionalità che muove il complesso meccanismo industriale e organizzativo a monte di questi risultati di eccellenza e che ha visto le ultime supercar di Sant’Agata Bolognese – la Huracan e la Aventador – confrontarsi ‘amichevolmente’ con i jet delle Frecce Tricolori e con le Desmosedici GP della Ducati, in un tripudio di velocità e di italianità. A celebrare l’incontro la reciproca consegna di tre preziose teche in cui sono stati riuniti i modelli dell’ Aermacchi 339, della Lamborghini Huracan Avio e della Ducati Desmosedici GP.