Dovizioso e Lorenzo: 66 punti per entrmabi, ma uno è in netta ripresa e l’altro è caduto anche ieri, rallentando la sua corsa al mondiale.

La Ducati quest’anno, e anche l’anno scorso, ha sempre due facce. I protagonisti sono i suoi due piloti, Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo, entrambi a 66 punti, ma nonostante abbiano gli stessi punti, le loro posizioni e i loro stati d’animo sono completamente opposti. Mai stati così lontani e così vicini, così uguali e così diversi allo stesso tempo. Fa strano dirlo ma sembra quasi che ci sia stato uno scambio alla pari.

Ieri si è disputato il Gran Premio di Catalunya sul circuito del Montmelò e Jorge Lorenzo è stato autore di un’altra gara fantastica alla guida della Ducati Desmosedici GP, con cui ha vinto il secondo GP stagionale. Il maiorchino, dopo aver conquistato la prima pole position con Ducati nella giornata del sabato, ha fatto una gara da protagonista dominando quasi tutti i giri, senza avere rivali e marcando un ritmo che ha fatto la differenza.

È stata una gara diversa invece quella del suo compagno di squadra Andrea Dovizioso, che al nono giro si è dovuto ritirare dopo una caduta alla curva 5 e registra così il terzo “zero” nelle prime sette gare. Il Direttore Generale di Ducati Corse Gigi Dall’Igna ha dichiarato: “Sono molto contento perché qui al Montmeló siamo stati veloci con entrambi i nostri piloti durante tutto il weekend. Jorge è stato bravissimo e vederlo guidare così, per chi ama il nostro sport, è qualcosa di veramente bello. Mi dispiace per Andrea, che stava facendo una bella gara, ma siamo comunque soddisfatti perché le prestazioni delle ultime gare ci rendono fiduciosi anche per Assen e per Sachsenring, due piste tradizionalmente meno favorevoli per noi”.