Marquez: “Vantaggio aumentato, ma occhio alle Ducati”

I vari piloti protagonisti fino ad ora, chi in positivo e chi in negativo, hanno rilasciato delle dichiarazioni in vista della gara austriaca di domenica sull’A1 Ring.

Marquez per esempio teme la Ducati poiché l’anno scorso, contro Dovizioso, se l’è vista davvero brutta nel corpo a corpo. Ha parlato del numero delle gare dell’anno prossimo e di come sono andati i test a Brno: “Uno degli obiettivi principali a Brno l’abbiamo raggiunto, aumentando il vantaggio in campionato e ne sono contento. Anche se sono rimasto sorpreso della velocità delle Ducati, ma resta una gara positiva. Il test di lunedì è stato molto impegnativo, alcune cose le introdurremo qui e abbiamo provato cose interessanti. La Ducati corre ad un livello molto alto, combatteremo con loro fino alla fine. L’anno prossimo un possibile GP del Messico? È difficile giudicare visto che l’abbiamo visto solo su una mappa. Dicono stanno migliorando la pista. Il circuito si presenta alquanto pericoloso e se la commissione dirà che è troppo pericoloso, non ci andremo. Di sicuro è particolare, all’interno della città con curve strane ma mi piace. Speriamo che almeno non aumentino il numero delle gare“.

Valentino Rossi è quasi remissivo e conosce la moto, ne conosce soprattutto i limiti e spera in un podio. Solo pretattica?”Qui è una pista molto difficile, mi sono divertito molto l’anno scorso. Non sono mai salito sul podio qui anche se nel 2016 con Marquez andavamo forti, ma le Ducati spingevano troppo. Dovremo cercare di andare il più forte possibile, sulla carta non sarà la miglior pista per noi. Lunedì nei test abbiamo lavorato tanto ma il livello sarà quello di Brno. Vedremo anche il meteo, le previsioni non sono positive. Il nostro problema è chiaro, è parecchio tempo che lo diciamo, è importante che la Yamaha lavori e lunedì abbiamo provato alcune cose. Speriamo di migliorare prima della fine della stagione. Mio primo podio qui 22 anni fa? Era la mia stagione di esordio nella 125, ero forte nelle gare europee. Fu un momento molto importante. Test di Brno? Dobbiamo provare ad essere bravi col potenziale che abbiamo”.

Dovizioso è carico dopo la vittoria di Brno. La vittorie danno morale, ma soprattutto sei carico se sai di avere una moto che ti ha permesso di vincere l’anno scorso. “Arriviamo su questo circuito con più fiducia dopo la vittoria di Brno, sulla carta qui la nostra moto funziona molto bene. Tra qualifica e gara l’anno scorso è stato tutto molto positivo. Tutti hanno aumentato la potenza e sarà dura, ma il weekend a Brno è stato molto importante per noi oltre la vittoria, arrivata per il duro lavoro fatto. Abbiamo cambiato alcune cose nel mio stile e nella moto, abbiamo altri margini di miglioramento. La pressione? Fin dall’inizio della stagione la sento e non è mai cambiato il mio approccio alla gara. A Brno abbiamo lavorato al top e cerchiamo di farlo anche qui. Recuperare tanti punti a Marquez è difficile, prima di questo dobbiamo migliorare la nostra situazione. Finché non saremo competitivi in ogni settore, sarà dura”.