La si ordina anticipando 2500 euro ma bisognerà aspettare il 2019 per averla in consegna.

L’Italia è uno dei paesi in cui si potrà ordinare la coupé ibrida Polestar 1 a partire dal 13 marzo. In passato il marchio era noto per elaborare le Volvo da corsa. Battezzata Polestar 1, la novità del Gruppo Volvo si presenta con una carrozzeria coupé in fibra di carbonio, abitacolo due più due e una tiratura limitata di soli 500 esemplari. Oltre allo stile completamente inedito troviamo una primizia sottopelle, dove ad avere il ruolo da protagonista è la motorizzazione Electric Performance Hybrid con abbinata ad un’unità termica 2.0 turbocompressa da 320 cavalli. Grazie a questo binomio la Polestar 1 scarica sulle quattro ruote motrici una potenza di 600 cavalli e una coppia di ben 1000 Nm, a fronte di un’autonomia ad emissioni zero pari a 150 chilometri.

La Polestar 1 sarà offerta con la formula del noleggio: a fronte di un pagamento di un canone mensile si avrà la vettura e tutti i servizi di assistenza compresi nel prezzo. Per chi lo desidera, sarà anche possibile acquistarla a circa 140.000 euro. L’azienda ha anticipato qui al Salone dell’automobile di Ginevra che i pre-ordini verranno accettati previo il versamento di un deposito rimborsabile di 2.500 euro. I clienti della Polestar però dovranno attendere a lungo prima di ricevere l’auto, visto che a fine 2017 è iniziata la costruzione dello stabilimento produttivo.

La Polestar 1 è lunga 450 cm e fa largo uso della fibra di carbonio, leggero e resistente materiale utilizzato per la carrozzeria, per tutta la struttura del tetto e anche come rinforzo per il pianale nella zona tra l’abitacolo e il baule, così da conferire al telaio una maggiore rigidità torsionale e rendere l’auto più precisa.

Si farà tutto on line 

Già ordinabile dal 17 ottobre, la Polestar 1 verrà prodotta nell’impianto cinese di Chengdu (attivo entro la metà del 2018) e dirà addio alle tradizionali forme di acquisto. Per entrarne in possesso non ci si dovrà più recare presso una concessionaria ma collegarsi tramite app o visitare il portale dedicato dove effettuare la configurazione e l’ordine della vettura. Addio anche alla possibilità di saldare interamente la vettura; per guidare la nuova ibrida da 600 cavalli saranno disponibili delle forme di abbonamento di due o tre anni a rata fissa e senza deposito iniziale. Sarà disponibile una lunga serie di servizi come il ritiro e riconsegna dell’auto a casa in caso di manutenzione, l’utilizzo di un altro modello della futura gamma Polestar e la possibilità di condividere la propria vettura in uso grazie alla tecnologia Phone-As-Key; questa novità darà la possibilità al proprietario di concedere l’utilizzo dell’auto, tramite chiave virtuale, ad altre persone di sua scelta e di accedere a Polestar on-demand. Non scompariranno invece le concessionarie ma nascerà una nuova rete battezzata Polestar Spacer, indipendente e non collegata alle strutture Volvo. La piattaforma Polestar on-demand darà la possibilità di conoscere il marchio, accedere ai servizi online, organizzare un test drive, configurarla, scoprire le forme di abbonamento e successivamente organizzare la manutenzione e altre novità che scopriremo successivamente.

Risultati immagini per polestar 1

Risultati immagini per polestar 1

Al ritmo di 500 ogni anno. In attesa delle prime ordinazioni, le stime basate sulle dichiarazioni di interesse dopo avere distribuito le prime immagini vanno ben oltre le aspettative. Sono quasi 7000 i potenziali clienti per la Polestar, che, se dovessero confermare le loro intenzioni, potrebbero costringere il gruppo Volvo a rivedere i programmi di produzione, attualmente fissati in 500 vetture l’anno. Una coupé davvero di tutto rispetto che sarà in commercio a partire dall’anno prossimo.