Per l’ordinamento giuridico le coppie conviventi e quelle coniugate sono di fatto equiparate, ma ci sono ancora delle disparità. È il caso delle norme che regolano il trasferimento della classe di merito da una polizza RC all’altra, ma a breve pare che il problema verrà risolto.

Le coppie conviventi a breve potranno usufruire del decreto Bersani come accade nelle famiglie coniugate. A breve i partner uniti con unione civile e le coppie di fatto potranno essere equiparati ai coniugi, anche per le regole che gestiscono le polizze. La proposta è stata formulata dall’IVASS, e se diverrà legge farà risparmiare delle notevoli cifre a tutti quei nuclei che, nonostante la convivenza, non risultano uniti in matrimonio. Bisognerà però avere pazienza e attendere l’esito delle elezioni, ma nessuna forza politica si è dichiarata contraria a questa novità.

Se verrà quindi approvata, anche i componenti di tali coppie potranno utilizzare la classe di merito del compagno o della compagna, al pari di quanto prevede la normativa cosiddetta “Bersani” (Legge n. 248 del 4/08/2006), valida sin dal 2007 per marito, moglie e per i figli, purché, ovviamente, siano tutti conviventi sotto il medesimo tetto. Si ricorda, infatti che in ambito assicurativo, la normativa in questione permette al proprietario di un veicolo, acquistato nuovo o usato, di acquisire la stessa classe di merito di un mezzo circolante e assicurato, già di sua proprietà, oppure in possesso di un componente del nucleo familiare che abbia maturato una classe più favorevole.