Quale penalità applicare se un incidente danneggia le possibilità di vittoria dell’avversario? Dobbiamo discutere di questo”, ha aggiunto

Toto Wolff sul sito ufficiale Mercedes ha parlato delle penalità applicabili dai commissari durante i Gran Premi di Formula Uno, sottolineando come sia importante valutare non solo la mossa anti-sportiva, ma anche le conseguenze dell’incidente.

Un incidente tra due piloti di vertice, infatti, non ha lo stesso valore tra due macchine di centro schieramento, dato che nel primo caso la posta in palio è molto più alta. Secondo l’austriaco, quindi, le penalità andrebbero ponderato di episodio in episodio, non valutando solamente il contatto in se stesso, ma anche le conseguenze che esso porta.

Wolff, forte dell’ultimo episodio tra Hamilton e Raikkonen, approfondirà questo argomento nel prossimo meeting con la FIA.

Ecco le parole di Toto Wolff: “Penso che ci sia una certa coerenza sulle penalità. I commissari possono scegliere di penalizzare con un’ammenda, con 5 o 10 secondi sul tempo di gara oppure con un passaggio in pit lane. C’è un arsenale abbastanza ampio in tal senso e penso che risulti fondamentale guardare i precedenti”.

Ci sarà sempre disparità in tutti gli incidenti e in tutte le varie situazioni dato che sarà sempre difficile valutare tutti i fattori in gioco. Troppo diverse le situazioni nell’arco di un intero mondiale che inevitabilmente cambieranno di volta in volta. Ma a Wolff l’incidente di domenica scorsa proprio non va giù.